ARCHIVIO

Investor Channel è il canale di comunicazione tra Pirelli e la comunità finanziaria. Analisti, azionisti e utenti comuni della Rete potranno dialogare in maniera diretta con il Gruppo. Il blog è moderato da Investor Relations di Pirelli.

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PIRELLI PRESENTA CINTURATO P7 BLUE ALLA FIERA DI ESSEN

Elevato chilometraggio con bassa rolling resistance e ridotti spazi di frenata sulbagnato per il nuovo Cinturato promosso a pieni voti con “AA” dalla Label europea

Oggi a Essen, in Germania, si alza il sipario sul nuovo Cinturato P7 Blue. Per la quattro giorni interamente dedicata alle novità del mondo del pneumatico, riflettori puntati sull’ultimo nato della famiglia Cinturato. E’ stato sviluppato per le auto di media cilindrata, come ulteriore evoluzione del Cinturato P7, e si conferma pneumatico ecologico.

Elevato chilometraggio, spazi di frenata ridotti e bassa resistenza al rotolamento sono le sue caratteristiche principali, mentre il nome ricorda la mescola WET della Formula 1, da cui deriva la sua tecnologia.

Proprio per la resistenza al rotolamento e la frenata sul bagnato, Cinturato P7 Blue si è aggiudicato il massimo dei voti, ‘A’ e ‘B’, nell’ambito della classificazione introdotta dall’etichettatura prevista dall’Unione Europea (European Tyre Label), obbligatoria a partire dal 1° novembre 2012 per gli pneumatici per autovetture e veicoli commerciali leggeri e pesanti.

Cinturato P7 Blue sarà disponibile sul mercato europeo a partire da luglio 2012 in 16 misure.

A Essen debuttano anche i nuovi pneumatici truck della Serie 01, che beneficiano di tutte le ultime innovazioni tecnologiche messe a punto dalla Ricerca e Sviluppo su struttura, mescola e disegni battistrada:

·         H:01 pneumatici studiati per l’impiego in autostrade e superstrade, superfici che determinano una ridotta usura del battistrada;

·         ST:01 per equipaggiamento rimorchi e semirimorchi.

Anche le coperture ecologiche Pirelli sviluppate per i mezzi pesanti si aggiudicano il massimo dei voti sull’etichetta.

Categories: Innovazione Pirelli


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

PIRELLI RACCONTA LA SUA “ANIMA DI GOMMA” CON UNA MOSTRA IN TRIENNALE

Pirelli racconta la sua “anima di gomma” con una mostra curata dalla Fondazione Pirelli e ospitata dal 21 giugno al 24 luglio dalla Triennale di Milano. “L’anima di gomma. Estetica e tecnica al passo con la moda” è il titolo della manifestazione che racconta attraverso bozzetti e installazioni multimediali la storia e la comunicazione pubblicitaria  dell’abbigliamento firmato Pirelli, dall’indomani della fondazione dell’azienda, alla fine dell’Ottocento, sino ai nostri giorni. Oltre un secolo di storia dell’industria e del costume nel segno della ricerca applicata ai materiali e ai processi che caratterizza le attività di Pirelli, illustrato attraverso quattro sale espositive: una dedicata al camminare (le suole e i tacchi di gomma), una all’abbigliamento (soprabiti e impermeabili), una al mare (costumi da bagno e altri prodotti da spiaggia e da acqua) e una a Pirelli PZero, il progetto Pirelli di industrial design applicato all’abbigliamento. Protagonista è la gomma, che prendendo la forma di una palla multimediale, guiderà i visitatori lungo tutto il percorso e illustrerà le proprietà di un materiale che, via via lavorato, può diventare pneumatico, filo elastico, tessuto e oggetto. 

Partendo dall’albero del caucciù, ‚l’albero che piange. il cui lattice veniva utilizzato dai Maya già nel 500 a.C, i primi tre grandi ambienti della mostra parlano del passato con la contemporaneità del linguaggio multimediale e sono allestiti con i bozzetti pubblicitari originali del Novecento firmati per Pirelli dai più importanti nomi della grafica e della fotografia nazionale e internazionale: Jeanne e Franco Grignani, Alessandro Mendini, Bruno Munari, Ugo Mulas, Ermanno Scopinich e altri ancora. Questo materiale costituisce un importante patrimonio conservato dall’Archivio Storico della Fondazione Pirelli, per la prima volta esposto in pubblico dopo un attento lavoro di recupero e restauro. Sarà una “prima visione”, poiché recentemente scoperta dal lavoro di archivio, anche una pubblicità del 1952 con Marilyn Monroe come testimonial per i costumi da bagno in Lastex, filato elastico dell’epoca prodotto in esclusiva da Pirelli. L’ultima sala, infine, racconta il presente di Pirelli PZero.

La mostra è stata presentata oggi dal presidente di Pirelli e della Fondazione Pirelli, Marco Tronchetti Provera, e dal presidente della Triennale di Milano, Davide Rampello, insieme con Germano Celant e Alessandro Mendini e con un intervento in video di Umberto Eco. “Il mostrare – ha commentato Germano Celant – è transitato da una raccolta “museale” di oggetti, esposti e illuminati, in uno specifico allestimento, a un esibire che è pura comunicazione immateriale, alimentata attraverso i media altamente tecnologici”. “Non ci sono oggetti, ma rappresentazioni, per cercare di spostare l’attenzione dall’aspetto materico della moda al livello del sogno: un ritratto dell’immagine della moda., ha sottolineato Umberto Eco, aggiungendo che “oggi siamo di fronte alla multimedialità  assoluta. E così il futuro che riflette sul vintage può essere molto divertente”.

Info: 

Triennale di Milano, viale Alemagna 6 – Milano
21 giugno – 24 luglio 2011

- ingresso gratuito -

www.fondazionepirelli.org
www.triennale.org


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

L'INNOVAZIONE È NEL NOSTRO DNA

E’ stato assegnato il 14 giugno a Roma il Premio Nazionale per l’Innovazione 2011 al Palazzo del Quirinale, alla presenza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e del ministro per la Pubblica amministrazione e per l’Innovazione, Renato Brunetta.
Tra i protagonisti Pirelli, che si distingue per una lunga tradizione industriale da sempre coniugata con capacità di innovazione, qualità del prodotto e forza del brand.
Nel settore industria e servizi (Grandi Gruppi Industriali a valenza internazionali), infatti, Pirelli Processi MIRS conquista il premio per l’innovazione.
Un riconoscimento prestigioso ritirato dal Dott. Marco Cantù, uno degli inventori del brevetto scelto, alla presenza di Gianni Mancini che ha rappresentato Pirelli come Responsabile dell’Innovazione dei Processi (Next Mirs).
Ecco la motivazione del premio: Per l’invenzione di un nuovo processo di produzione dei pneumatici a partire da sottili strisce di gomma deposte su un tamburo che ha permesso il massimo controllo della geometria della gomma deposta e della fase di vulcanizzazione. La premiazione ha come principale obiettivo quello di valorizzare e sostenere le migliori capacità innovative e creative di aziende, università, amministrazioni pubbliche, enti o singoli ideatori, anche al fine di favorire la crescita della cultura dell’innovazione del Paese.

Categories: Innovazione


Scrivi un commento »


4 - 6 di 39 for the category: Innovazione