ARCHIVIO

Investor Channel è il canale di comunicazione tra Pirelli e la comunità finanziaria. Analisti, azionisti e utenti comuni della Rete potranno dialogare in maniera diretta con il Gruppo. Il blog è moderato da Investor Relations di Pirelli.

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

IN AUSTRALIA STRATEGIE DIFFERENZIATE GRAZIE ALLE GOMME PIRELLI

I pneumatici Formula Uno 2012 messi a punto da Pirelli hanno mantenuto la promessa di offrire maggior varietà di strategie di gara grazie alla ridotta forbice prestazionale tra mescole. Questo, nonostante i piloti abbiano avuto relativamente poche possibilità di provare le nuove versioni dei P Zero Yellow soft e P Zero White medium scelte per il Gran Premio d’Australia, a causa della pioggia caduta sull’Albert Park durante le prove libere del venerdì.

I primi classificati del primo gran premio della stagione hanno optato per una strategia di due pit-stop proprio come l’anno scorso. Tuttavia, grazie alla differenza di performance tra le due mescole ridotta a circa mezzo secondo al giro, rispetto al 2011 i piloti hanno utilizzato gli pneumatici i maniera più differenziata, alcuni scegliendo di correre due stint con P Zero Yellow soft, mentre altri con P Zero White medium.

Uno dei punti di svolta della gara è stato il ruolo svolto della safety car al 36° giro: ricompattando le fila dietro di sè, ha permesso alla Red Bull di Sebastian Vettel di sorpassare il pilota della McLaren Lewis Hamilton ai box, consentendogli, così, di conquistare il secondo posto al traguardo.

Alla ripresa della gara il leader della corsa Jenson Button ha subito guadagnato un secondo nel primo settore, dimostrando i tempi ridotti di warm-up della mescola media pur nelle temperature piuttosto fredde del pomeriggio e riuscendo, infine, a conquistare la sua terza vittoria in Australia. Sebastain Vettel, secondo al traguardo, ha adottato, invece, una strategia completamente diversa, utilizzando le mescole morbide durante il suo stint medio. L’anno scorso il margine di vittoria di Vettel fu di 22 secondi, mentre quest’anno Button ha vinto per poco più di due secondi di differenza.

Paul Hembery, direttore Pirelli Motorsport a commentato: “Il Gran Premio d’Australia è stato davvero all’altezza delle aspettative e noi abbiamo raggiunto l’obiettivo di offrire tante possibilità di strategia in più grazie alla riduzione del divario di performance tra le mescole e all’allungamento delle finestre prestazionali. In effetti, è stato interessante notare come ci siano stati molti pit-stop determinati dal degrado prestazionale piuttosto che dal livello di usura, confermando l’impiego di strategie studiate ad hoc, che è proprio quello che volevamo ottenere. Inoltre, abbiamo visto un uso più esteso della mescola media rispetto alla morbida, contrariamente allo scorso anno. Nonostante l’ampia scelta strategica, quindi, abbiamo assistito a molte battaglie emozionanti nel corso di tutta la gara che si sono protratte fino all’ultimo giro, con un pilota uscito e un traguardo finale caratterizzato da ottavo, nono e decimo posto arrivati praticamente insieme!

Facciamo i nostri complimenti a Jenson Button e la McLaren per una vittoria in grande stile e anche a Mark Webber, che ha conquistato il suo miglior posto in calssifica in assoluto nel suo Paese d’origine “.

Categories: Formula 1 Pirelli


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

A JEREZ GLI PNEUMATICI DI F1 SCENDONO IN PISTA

La Formula Uno 2012 scalda i motori e lo fa a Jerez, in Spagna, dove i Team sono impegnati in una sessione di test (7-10 febbraio) utili per provare i nostri nuovi pneumatici Pirelli. Ogni monoposto avrà a disposizione gomme slick nelle varianti soft, medium e hard, oltre alle gomme da bagnato. Nell’improbabile eventualità che piova nei prossimi giorni i piloti potranno inoltre contare sul ritorno dello storico Cinturato.

I Team  hanno a disposizione un massimo di 100 set di pneumatici all’anno per i test e  possono, nell’ambito di questa dotazione, scegliere quali mescole adottare nel corso dei test stessi.  Sarà questa l’occasione per provare i profili maggiormente ‘squadrati’ delle gomme, che, come annunciato ad Abu Dhabi, garantiranno altissime prestazioni e maggiore durata, senza, per questo, rinunciare allo spettacolo. Il circuito di Jerez presenta molte varianti, in particolare ampie curve, lente e veloci, permettendo così alle vetture di potersi cimentarei in diverse condizioni di guida.

In contemporanea, proprio a Jerez, viene presentato il nuovo Pirelli P Zero Silver, il primo pneumatico stradale derivato dalla tecnologia di Formula Uno.

Categories: Formula 1 Pirelli


Scrivi un commento »

Share to Facebook Share to Linkedin Share to Twitter More...

STATISTICHE PIRELLI FORMULA UNO 2011


PNEUMATICI
• Numero complessivo di pneumatici da gara forniti per la stagione 2011:
• 24.000 dry
• 4.600 wet
• 6.000 pneumatici per test
• Numero complessivo di pneumatici usati:
• 21.100 dry
• 2.900 wet
• Chilogrammi complessivi di gomma depositata in pista nel 2011: 10.200
• Numero di pneumatici riciclati durante il 2011: tutti, ovvero 28.600 pneumatici da gara più 6.000 per i test
• Durata media di uno pneumatico dry durante la stagione: 120 chilometri

CIRCUITI E GARE
• Circuiti che sottopongono a maggiore stress lo pneumatico per chilometro (forza laterale, frenata, trazione, ecc): Barcellona e Suzuka
• Circuito che sottopone a minor stress lo pneumatico per chilometro (forza laterale, frenata, trazione, ecc): Monza
• Maggiore input continuo cui è sottoposto uno pneumatico: Istanbul (Curva 8 )
• Circuito con le curve più “facili” in termini di pneumatici: Montreal
• Gara più lunga dell’anno: Montreal, con 4h 04min 39.537s
• Gara più corta dell’anno: Monza, con 1h 20min 46.272s
• Record sul giro battuti in stagione nelle pole position: 11
• Record sul giro battuti in stagione in gara: 2
• Maggior numero di giri al comando su pneumatici Pirelli: 739 (Sebastian Vettel)
• Maggior velocità raggiunta da uno pneumatico P Zero F1: 349,2 kph (Sergio Perez durante le qualifiche a Monza)

PITSTOP
• Numero complessivo di pitstop nell’anno: 1.111 (proprio così! – di cui 22 Drive Through e 4 penalità stop-go)
• Numero medio di soste per gara: 58,4, ovvero 2,25 per pilota
• Maggior numero di pitstop in una singola gara: Ungheria (88 – di cui 3 Drive Through)
• Minor numero di pitstop in una singola gara: Italia (35)
• Pitstop più veloce: 2,82 secondi (Mercedes GP, Gran Premio della Cina)

SORPASSI
• Numero di sorpassi (i più numerosi in singola stagione nella storia del Campionato del Mondo di Formula 1): 1.120 (dopo Abu Dhabi)
• Maggior numero di sorpassi durante gara asciutta (record assoluto): 126 nel Gran Premio di Turchia 2011
• Maggior numero di sorpassi durante gara sul bagnato (record assoluto): 125 nel Gran Premio del Canada 2011

ALTRI NUMERI INTERESSANTI
• Numero complessivo di piloti di Formula Uno che hanno guidato sulle mescole P Zero: 57 (inclusi terzi piloti e giovani piloti)
• Pilota più anziano ad aver guidato sugli pneumatici P Zero F1: Martin Brundle (51 anni)
• Pilota più giovane ad aver guidato sugli pneumatici P Zero F1: Kevin Ceccon (18 anni)
• Chilometri complessivi percorsi da tutte le mescole P Zero nel 2011: 307.657 km (gare e test)
• Pista più fredda/temperatura asfalto su cui hanno girato gli pneumatici Pirelli P Zero: Gran Premio di Germania, con 13 gradi centigradi; record assoluto ai test invernali a Valencia, con 6 gradi centigradi
• Pista più calda/temperatura asfalto su cui hanno girato gli pneumatici Pirelli P Zero: Abu Dhabi Grand Prix, con 43 gradi centigradi; record assoluto nei test giovani piloti ad Abu Dhabi, con 49 gradi centigradi
• Peso complessivo degli pneumatici che ogni fitter maneggia durante una stagione: 16.389 kg
• Tempo medio impiegato da un fitter Pirelli per preparare uno pneumatico P Zero Formula Uno partendo da zero: 2m30s
• Tempo impiegato da Sebastian Vettel per preparare uno pneumatico P Zero Formula Uno partendo da zero: 5m13s

PIRELLI F1 E LA SUA GENTE
• Numero complessivo di persone Pirelli presenti a gran premio: 52
• Numero complessivo di nazionalità all’interno del team Pirelli Formula Uno: 10
• Numero complessivo di lingue parlate all’interno del team Pirelli Formula Uno: 14
• Numero di ore in cui Paul Hembery è stato intervistato durante i GP: 61 ore e 25 min
• Numero complessivo di goal segnati dalla squadra di calcio del cuore di Paul, il Bristol City, durante la stagione 2011: 18

I TRUCK & L’HOSPITALITY F1 PIRELLI
• Numero complessivo di truck alle gare europee: 12
• Chilometri complessivi percorsi dai truck Pirelli nel 2011: 925.326
• Numero di ore necessarie per montare e smontare l’hospitality Pirelli in Europa: 10 ore per montarla; 8 ore per smontarla
• Numero di persone necessarie per montare e smontare l’hospitality Pirelli in Europa: 6
• Numero di pasti serviti nell’hospitality Pirelli Formula Uno (inclusi test): 28.612
• Numero di caffè espressi serviti dall’hospitality Pirelli durante la stagione (inclusi i test): 43.250
• Chilogrammi di pasta cucinati dallo chef Pirelli durante la stagione (inclusi i test): 1.220 (di tutti i tipi!)

PIRELLI IN FORMULA UNO IN GENERALE (DAL 1950)
• Gare disputate: 222
• Vittorie: 63
• Pole position: 66
• Arrivi a podio: 196
• Giri veloci: 70

Categories: Formula 1 Pirelli


Scrivi un commento »


4 - 6 di 25 for the category: Formula 1