La storia

Sorto per commemorare la figura e l'opera di Piero Pirelli, Presidente della Pirelli Spa dal 1932 al 1956, l'Istituto Piero Pirelli viene inaugurato il 28 Novembre 1958.

L'Istituto ha iniziato la sua attività per rispondere ad una esigenza che all'epoca, quando fu creato, era forse solo intuita, appena avvertita : creare della manodopera qualificata e specializzata, in armonia con le necessità di una moderna struttura industriale quale era Pirelli.

Lo stesso concetto di specializzazione ha subito nel tempo un'evoluzione: lo specialista del futuro che l'Istituto Piero Pirelli era chiamato a formare (siamo agli inizi degli anni '60) aveva ben poco da spartire con quello di una volta formato soprattutto dall'esperienza su una determinata macchina e ad essa indissolubilmente legato.

Quello "futuro" era specialista di una determinata tecnica, di un determinato settore, in grado cioè di poter affrontare situazioni nuove ed impreviste con competenza e strumenti idonei.

Era questo tipo di specialista che si cercava di plasmare all'Istituto Piero Pirelli con corsi triennali, aperti ai giovani in possesso di licenza media, articolati in modo tale da dare agli allievi un'istruzione che fosse allo stesso tempo politecnica ed orientata.


Accanto a questa funzione di educazione e formazione dei giovani, l'Istituto Piero Pirelli ne svolgeva un'altra di pari importanza: venivano organizzati corsi di aggiornamento per operai elettricisti, metalmeccanici e strumentisti che permettevano a questa manodopera di seguire la continua e rapidissima evoluzione dei macchinari e di sviluppare quel "senso della macchina" che era al centro, a livello operaio, della rivoluzione industriale di quello stesso periodo.



A seguito del trasferimento della competenza in materia di formazione professionale dallo Stato alle Regioni, l'Istituto collaborò direttamente dal 1972 con la Regione Lombardia, del cui sistema di formazione professionale entrava a far parte come struttura formativa di avanguardia.

L'Istituto diventava così sede di organizzazione e svolgimento di corsi destinati sia al personale delle aziende italiane ed estere del Gruppo Pirelli sia al personale di altre aziende che affidavano all'Istituto Piero Pirelli la soluzione di propri problemi di formazione professionale.

L'Istituto stesso si avvaleva di un organico completo di validi esperti qualificati da una lunga esperienza professionale e da un continuo collegamento con le specifiche realtà operative.

Si trattava di competenze estese alle diverse specializzazioni per consentire un servizio di consulenza ad alto livello a favore delle aziende di ogni dimensione e settore. TECNICA DI BASE (Elettronica, Fluidica, Elettrotecnica , Meccanica), TECNOLOGIA AVANZATA suddivisa in Automazione (che comprendeva Informatica di Processo, Cad/Cam, Factory Automation) ed Organizzazione (Organizzazione del lavoro, Qualità, Logistica, Ambiente e sicurezza e Manutenzione) e GESTIONE (Gestione della produzione e Gestione dell'innovazione) erano le specifiche aree di intervento.

A seguito di un grosso progetto di riconversione iniziato a metà degli anni '80 di tutta l'area a capannoni/fabbrica, dal 1992 l'Istituto ha aperto anche agli esterni l'utilizzo di nuovi spazi disponendo, su un'area di circa 5.000 mq. di moderne e funzionali aule.


Ultima revisione: 14 Lug 2010